aree tematiche
gta V
info
gta Chinatown Wars
info
tips
gta IV TBOGT
info
tips
gta IV TLAD
info
tips
gta IV
info
tips
gta VCS
info
tips
gta LCS
info
tips
gta san andreas
info
tips
gta vice city
info
tips
gta 3
info
tips
gta advance
info
tips
gta old
gta 2
gta london '69
gta
sponsor

GTANetwork.it - gtalcs
GRAND THEFT AUTO: LIBERTY CITY STORIES (PS2)








Liberty City Stories, frutto di un porting da PSP a PS2, si propone di allietare le nostre giornate narrandoci i fatti avvenuti nella metropoli di Liberty City 3 anni prima di quelli raccontati da GTA3, primo capitolo 3D della saga.



Con Liberty City Stories possiamo vedere "chiudersi" un anello, completarsi un ciclo, arrivando proprio da dove eravamo partiti nel 2001. Liberty City Stories ha infatti molto più in comune con GTA3 di quanto ne abbia con suoi immediati predecessori, il pluripremiato San Andreas, e il revival degli anni '80 di Vice City.



Le cose che accomunano questi due giochi sono parecchie, ma le più importanti sono la città, la stessa (se non per qualche piccolo ritocco) e diversi personaggi della storia.Anche dal punto di vista della grafica siamo tornati ai tempi di GTA3, con qualche scalettatura di troppo, ma con l'aggiunta di ottimi effetti di textures, come ad esempio le carrozzerie delle auto, che riflettono l'ambiente circostante in real-time.



Gli eventi di GTA Liberty City Stories accadono nel 1998, tre anni prima di quelli narrati da GTA3.

Liberty City è sempre la caotica metropoli che conosciamo, controllata dalle solite gangs, tra le quali la fa da padrone la mafia con a capo Salvatore Leone: una vecchissima conoscenza per gli appassionati della serie.

Voi guiderete Toni Cipriani, il solito italo-americano che partendo dalle fondamenta della gerarchia della mafia, deve arrivare attraverso missioni di ogni tipo a diventare il braccio destro di Salvatore Leone guadagnandosi il rispetto del boss e della città.



Liberty City è la stessa di GTA3, una grande metropoli divisa in tre isole molto diverse tra loro:



Portland, zona industriale e relativamente povera, contiene per la maggior parte zone dedicate al carico/scarico delle merci sulle navi e aree portuali.La parte ovest della città è caratterizzata da un paesaggio collinare con delle scogliere a picco sul mare, sovrastate dall'imponente villa dei Leone, famiglia che governa la maggior parte dell'isola.



Staunton Island: downtown, centro nevralgico della città nella quale troviamo grattacieli enormi nei quali hanno sedi banche e compagnie assicurative, municipi, biblioteche e palazzi delle multinazionali.Il territorio è costituito per la maggior parte da alti palazzoni e da strade rettilinee a più corsie.A ovest dell'isola troviamo il Casinò di Kenji Kasen, capo della Yakuza.



Shoreside Vale: zona collinare/montuosa con numerose ville di gran lusso è composta da due parti, una inferiore in cui troviamo dei palazzi residenziali e dei grandi parchi, e una superiore nella quale vi si trovano le grandi ville con piscina e dei rilievi collinari.L'isola presenta una diga con un grande bacino artificiale.



Come per ogni GTA la libertà d'azione sarà totale e potrete visitare liberamente ogni luogo con ogni mezzo vorrete.







Le missioni verranno assegnate nel più classico dei modi, recandovi direttamente da colui che ve le commissiona oppure rispondendo al telefono cellulare; come ogni capitolo della saga prevede una storia ricca di colpi di scena e d'azione con missioni adrenaliniche che metteranno a dura prova le vostre abilità di guida e di mira con le armi, senza tralasciare un minimo di tatticismo.

Purtroppo un difetto che si riscontra nelle missioni è che il gioco essendo un porting della versione PSP presenta delle missioni relativamente brevi, studiate e disegnate per una console portatile, pensate quindi per essere eseguite in "ritagli di tempo", ma nonostante questo posso garantirvi che non hanno nulla da invidiare a quelle presentate dal predececssore San Andreas, con un tempo di completamento delle sole missioni principali di circa 12-15 ore.



Se le missioni della storia principale non sono lunghissime lo sono le numerosissime missioni secondarie per le quali si può parlare di un secondo gioco. Infatti posso affermare con sicurezza che portare a termine tutte le missioni secondarie e quindi terminare il gioco al 100% occuperà oltre il doppio del tempo che avrete impiegato per completare la storia principale.

Le missioni secondarie sono le classiche dei precedenti GTA quali le missioni Pompiere, Paramedico, Taxista, le violenze, i salti unici, i 100 pacchetti speciali, alle quali si aggiungoo nuove tipologie di missioni molto carine e molto divertenti come le Avengin'Angels, Karmageddon, oppure le missioni Slash TV in cui dovrete girare per la stiva di una nave e sopravvivere ad orde di pazzi armati di motosega che vi inseguiranno.

Completando le missioni secondarei avrete accesso a succulenti bonus che giustificheranno lo sforzo compiuto per ottenerli.



Per compiere le vostre missioni avrete come sempre le vostre fidate armi che spaziano dai semplici pugni per arrivare al lanciafiamme, ai mitragliatori pesanti, passando dalle molotov, dalle granate, dalle pistole e dalle mazze da baseball.

Come ogni GTA che si rispetti anche questo presenta un gran numero di veicoli da poter utilizzare che vanno dalle semplici auto, le cui forme estetiche sono rivisitate da San Andreas, per arrivare alle barche e ai motoscafi senza contare i traghetti, che vi permetteranno di passare da un'isola all'altra, del treno sopraelevato di Portland che vi porterà nei vari quartieri della città e, grande aggiunta rispetto a GTA3: le moto.



Il gameplay è molto intuitivo e maneggiare Tony usando il joypad diventerà ben presto molto naturale; il personaggio risponde molto bene ai vostri controlli e le azioni permesse sono le solite corri, salta, spara, ruba veicoli, ecc...con l'unica differenza rispetto a San Andreas che il personaggio non può nè arrampicarsi per scavalcare recinzioni nè nuotare. L'HUD di gioco è quello caratteristico di tutti i capitoli della serie e presenta in modo essenziale, e senza disturbare il giocatore, tutte le informazioni necessarie. Il fattore del non-disturbo è particolarmente curato in questo titolo in quanto essendo stato progettato per essere giocato su uno schermo di pochi pollici il giocatore deve vedere il più possibile attorno a lui, senza essere distratto da scritte e informazioni su schermo stile "insegne-luminose-di-Las-Vegas", per questo tutto l'HUD è semitrasparente ed è possibile vedere attraverso di esso.



Le musiche presenti nel gioco sono molto varie, molto orecchiabili e ben studiate, con brani che immergono nell'atmosfera della città e vi accompagnano nei tratti di guida, anche se non sono, a livello artistico, paragonabili a quelle di San Andreas o di Vice City.A differenza dei suoi predecessori il numero dei brani è decisamente inferiore in quanto essendo il gioco originariamente pensato per essere contenuto in un UMD della PSP si è dovuto per motivi di spazio usare un numero ridotto di canzoni.







Come ho già citato Liberty City Stories per PS2 rappresenta un porting dell'omonimo capitolo per PSP ma a differenza di quest'ultimo presenta alcune aggiunte in positivo ma anche alcuni tagli in negativo.

Tra le migliorie notiamo una grafica leggermente migliorata, con qualche effetto particellare e qualche riflesso in più, tempi di caricamento notevolmente ridotti e un framerate più costante.

Tra i tagli effettuati nella conversione da citare è l'assenza della modalità multiplayer nella versione PS2.La versione PSP presentava 9 differenti modalità multigiocatore tutte molto divertenti che si è scelto di eliminare, quasi comprensibilmente, per motivi tecnici causa l'impossibilità del multigiocatore vero e proprio su una singola console.





Nel concludere questa recensione non posso non citare il prezzo di vendita molto concorrenziale che, per l'edizione PS2, si aggira attorno ai 30€.



Liberty City Stories per PS2 è un capitolo un po'anomalo della serie tanto famosa in quanto è sì un GTA ma, ha la pecca che alla fine ci lascia una sorta di "amaro in bocca" in quanto si capisce che su PS2 si poteva fare di più di un semplice porting, ma forse questo ci sorge spontaneo per il fatto che mamma R* ci ha abituato a capolavori uno più bello dell'altro e magari non siamo troppo disposti a scendere a compromessi di questo genere che vanno un po' a scapito della grafica, ma che, a livello di storia e gameplay, possono benissimo essere paragonati ai blasonati predecessori.



Per questo posso concludere, e stavolta lo faccio davvero, che:



- se avete già LCS su PSP e l'avete già finito al 100% allora non so' quanto possa essere conveniente acquistare la controparte PS2, anche se giocarci su uno schermo grande è tutta un'altra cosa.



- se ancora non avete avuto modo di giocarci vi consiglio davvero vivamente di non lasciarvi scappare questo gioco in quanto sia perchè è pur sempre un GTA, e come tale frutto di un lavoro immensamente meticoloso e accurato, e sia perchè ha un prezzo da edizione budget che sarebbe da criminali non approfittarne e comprarne una copia

community
statistiche
33 users online
6673 mods
seguici
info
random partner
sponsor
GTANetwork.it © is a Rockstar Games Webring Official Fansite. All images and files are properties of their respective owners.
Content Management Powered by CuteNews. Icons by FastIcon.com.CSS 2.1 validated. Best viewed at 1024x768 or higher resolution.