aree tematiche
gta V
info
gta Chinatown Wars
info
tips
gta IV TBOGT
info
tips
gta IV TLAD
info
tips
gta IV
info
tips
gta VCS
info
tips
gta LCS
info
tips
gta san andreas
info
tips
gta vice city
info
tips
gta 3
info
tips
gta advance
info
tips
gta old
gta 2
gta london '69
gta
sponsor

GTANetwork.it - gta3
Soluzione Completa




PORTLAND
LE MISSIONI DI LUIGI
Sono le prime missioni del gioco; non impegnative, ma essenziali per iniziare al meglio l’avventura per Liberty City.
GIVE ME LIBERTY
Dopo il filmato introduttivo salite col vostro amico 8-ball in macchina e raggiungete tranquillamente il puntino rosa a forma di casetta sul GPS. Questo è il posto dove si potranno effettuare i salvataggi (entrando nella porta) e dove, raccogliendo i pacchetti segreti, appariranno sempre più armi. Se inoltre state utilizzando una macchina e volete “conservarla”, semplicemente parcheggiatela nel garage. Non potete salvare se state facendo una qualsiasi missione. Leggete le varie informazioni, prendete la mazza da baseball e puntate alla L segnata sulla mappa per incontrare il vostro primo datore di lavoro, Luigi.
LE RAGAZZE DI LUIGI
La prima missione di Luigi non è certo impegnativa: tutto ciò che dovete fare è raccattare una ragazza di nome Misty e riportarla al locale. La ragazza sarà indicata sul GPS come un puntino verde e, quando sarete vicino ad essa, noterete sicuramente una freccia blu che vi assicurerà che è davvero lei. Per farla salire dovete avvicinarvi, facendo attenzione a non investirla; terminato ciò riportatela da Luigi per terminare la missione.
NIENTE SPANK PER LE RAGAZZE
Questa missione consiste nell’uccidere uno spacciatore di SPANK che rifornisce abitualmente le ragazze di Luigi. Scegliete un autoveicolo qualsiasi e puntate verso il porto; qui noterete una persona (con la solita freccia blu sul crapino) con delle ragazze. Investitelo pure senza preoccuparvi delle ragazze, o scendete dalla macchina per pestarlo ben bene con la vostra mazza. Per terminare la missione però dovete anche occultare la sua macchina. Per fare ciò portatela al Pay e Spray, quindi parcheggiatela nel nascondiglio di Luigi a Portland View ed uscite dal garage per terminare anche questa missione.
PORTA IN GIRO MISTY PER ME
Un’altra missione sotto forma d’autista vi attende: dovrete infatti scarrozzare ancora quella sgualdrinella di Misty per le strade della città. Raggiungete Hepburn Heights, fermatevi al centro del cerchio blu e suonate il clacson. La ragazza uscirà dall’edificio e salirà in macchina. Conducetela ora al garage di Joey, vicino a Trenton. Fatto ciò vi ritroverete con un’altra possibilità di lavoro oltre a Luigi, indicata sulla mappa dalla lettera J.
ARMI PRONTE ALL’AZIONE
Finalmente qualcosa di un pochino serio: la missione consiste nell’uccidere due Diablo che hanno fatto uno sgarro a Luigi. Recatevi da Ammo Nation e recuperate la pistola sul retro. A questo punto scegliete un mezzo abbastanza veloce e gettatevi all’inseguimento della Diablo vista nel filmato d’intermezzo. Le possibilità per completare la missione ora sono due: o la tamponate violentemente, attendete che i due all’interno scendano e li investite alla grandissima, oppure gli sparate contro utilizzando la nuova pistola. Occhio alla polizia nei paraggi però! Infine ricordatevi di raccattare le armi dei due malcapitati.
LA FESTA DEGLI SBIRRI
Prima missione a tempo del gioco, non troppo difficile soprattutto se scegliete un mezzo adatto. Il mio suggerimento è quello di munirsi di una familiare, in modo da far salire almeno due ragazze per volta. Avete cinque minuti di tempo per raccattare almeno quattro animatrici (puntini verdi) e portarle alla festa (puntino viola). Iniziate con due abbastanza lontane, quindi finite il lavoro con due vicine. Ogni ragazza in più sono 500 cocuzze aggiuntive, quindi conviene non arrendersi fino all’ultimo (vi ricordo che è una questione di soldi, e che quindi ha la precedenza su tutto…).
LE MISSIONI DI JOEY
Con Joey le missioni si fanno decisamente più divertenti e varie; sono il passaggio necessario per accedere a quelle di Toni
L’ULTIMA CENA DI MIKE “LABBRA”
La prima missione di Joey è decisamente divertente: si tratta di un bell’omicidio con un’autobomba. Recatevi al Bistro di Marco e salite sulla macchina indicata dalla freccia. A questo punto portatela da 8-Ball per farci mettere una bomba sopra. Quindi tornate tranquillamente al ristornate e parcheggiatela esattamente com’era prima. Vi consiglio di procedere con molta calma, dato che avete a disposizione molto tempo; infatti nel caso roviniate la carrozzeria dovrete farla riparare a vostre spese al Pay e Spray prima di riparcheggiarla. Fatto ciò allontanatevi e gustatevi la scena in cui il povero Mike Forelli salta per aria.
ADDIO “CHUNKY” LEE CHONG
Un cinese di nome Chunky si è messo a spacciare a Chinatown, e questo a Joey non va giù. Recatevi nel quartiere dove il cinese lavora e appropinquatevi a piedi per entrare, dato che l’area è delimitata da panettoni che rendono impossibile l’accesso in macchina. Fino a quando non vi avvicinerete troppo e non estrarrete un’arma, i cinesi vi ignoreranno. Al momento della fuga Chunky utilizzerà una delle due familiari ai lati dell’isolato, precisamente quella dalla parte opposta a dove siete entrati. Se ne sposterete una abbastanza lontano lui scapperà a piedi, rendendo le cose molto più facili per voi. Se invece volete agire con più classe portate una delle due macchine da 8-Ball e riparcheggiatela dove l’avete trovata. Quando Chunky ci salirà salterà in aria come un birillo facendo una strage.
RAPINA AL FURGONE
Missione divertente, che consiste nel rapinare un furgone blindato. Per fare ciò procuratevi un mezzo abbastanza robusto, in grado di resistere a qualche attacco della polizia. Fatto ciò colpite ripetutamente il furgone, fino a quando le guardie all’interno non si arrenderanno (la barra blu deve essere piena). A questo punto la situazione è abbastanza incasinata, con polizia da tutte le parti. Salite rapidamente sul furgone, correte da matti fino al Pay e Spray e conducete poi tranquillamente il blindato al porto. Al termine della missione verrete contattati da El Burro, un nuovo datore di lavoro reperibile con un telefono pubblico al parchetto di Hepburn Heights.
L’AUTISTA DI CIPRIANI
Missione abbastanza semplice, composta da due parti. La prima consiste unicamente nello scarrozzare il simpatico Toni Cipriani alla lavanderia cinese indicata sul GPS. Dopo una breve sparatoria egli uscirà inseguito da alcuni membri della Triade cinese, e voi dovrete correre come dei dannati al suo ristorante per salvargli (e salvarvi) la pellaccia. Fatto ciò anche Toni sarà in grado di assegnarvi alcuni “lavoretti”, destinati a scoppiare in una guerra coi cinesi.
CADAVERE NEL BAGAGLIAIO
Ancora una violenta lite con i fratelli Forelli ha fatto scappare il morto. Il vostro compito è quello di far sparire il cadavere, nascosto in una macchina al Greasy Joe. Appena saliti sul mezzo due macchine vi inseguiranno per impedirvi di raggiungere la vostra meta, lo sfasciacarrozze ad Harwood. Non perdete tempo a fare a sportellate, ma cercate piuttosto di seminarli. Per terminare la missione piazzatevi sotto il magnete e godetevi lo spettacolo.
LA PARTENZA
Alcuni amici di Joey devono rapinare una banca hanno bisogno di un autista esperto che li aiuti nell’impresa. Procuratevi un mezzo tenendo presente che deve contenere tre mafiosi e deve essere abbastanza robusto; recatevi poi a prendere i mafiosi a Saint Mark, i quali vi diranno di scarrozzarli tranquillamente fino alla banca di Chinatown. Dopo una sparatoria usciranno con il bottino e per voi le cose si metteranno subito molto male: le stellette saliranno improvvisamente a tre e voi vi ritroverete in un mare di guai. Passate per il porto a recuperare una stelletta, e terminate raccattandone altre due. In alternativa correte come matti al Pay e Spray, in modo da condurre i vostri “soci” in tutta tranquillità al posto dove li avrete prelevati all’inizio. Terminerete così anche il set di missioni di Joey.
LE MISSIONI DI TONI
Con Toni vi cimenterete in una vera e propria guerra con la Triade cinese, che ha come scintilla il mancato pagamento del pizzo da parte della lavanderia orientale.
RIPULIRE LA LAVANDERIA
La prima missione di Toni sarà destinata a sfociare in una guerra contro la Triade cinese, e di conseguenza poi sarà molto difficile girare per Chinatown; quindi il mio consiglio è quello di raccogliere tutti i pacchetti segreti del quartiere cinese, altrimenti poi sarà davvero difficile. Detto ciò passiamo ad analizzare questa missione: lo scopo è quello di far saltare in aria tre furgoncini della lavanderia cinese che rifiuta di pagare il pizzo a Toni. Quest’ultimo vi dirà di passare da 8-Ball per raccogliere delle granate, anche se in realtà servono a poco o niente. La soluzione migliore è quella di procurarsi un mezzo pesante (come il Flatbed) e di tamponare il mezzo fino alla sua esplosione, oppure potete sbarrargli la strada e tirargli qualche granata, prestando attenzione agli sbirri nei dintorni. Certo, se avete un uzi potete sempre fare bella figura facendo un po’ di strafe dal finestrino, ma il mio consiglio è quello di scegliere la prima opzione, più lunga ma sicura ed efficace.
LA RACCOLTA
Il vostro ultimo “lavoro” ha convinto la lavanderia a pagare, ma il problema è che la valigetta con i soldi ve la dovrete andare a prendere voi. Ovviamente questa si trova in un vicolo piuttosto stretto, dove c’è un terribile odore di piombo che presto volerà nell’aria. Procuratevi una macchina abbastanza resistente ed entrate tranquillamente nel vicolo; appena presi i soldi arriveranno i cinesi, con tanto di camion a bloccare le uscite. Siate rapidissimi: salite in macchina, con una retromarcia stirate i cinesi alle vostre spalle,poi accelerate e uscite dal vicolo. Nel caso sia rimasto qualche mafioso dovrete ucciderlo prima di poter tornare da Toni e dire di aver completato anche questa missione.
SALVATORE RICHIEDE UN INCONTRO
Il boss mafioso più importante della città, Don Salvatore, ha richiesto un incontro con gli altri membri della mafia locale: Luigi, Joey e Toni. Il vostro compito è quello di andare a prendere queste tre persone e di scarrozzarle poi nella villa sul mare di Toni. Iniziate da Joey, dato che nel suo garage si trova anche la limousine con la quale dovrete recarvi alla villa. Proseguite poi con Luigi e infine recatevi al ristorante di Toni per recuperare anche lui. Appena anche l’ultimo socio sarà salito in macchina, la Triade cercherà in tutti i modi di non farvi raggiungere la villa di Salvatore e per farlo opteranno per le maniere pesanti: infatti tutti i camion di pesce cercheranno di tamponarvi e di farvi saltare in aria come noccioline; voi cercate invece di raggiungere la villa del mafioso il più in fretta possibile, evitando provocazioni con i camioncini. A completare il tutto davanti all’ingresso ci saranno due camion a formare una specie di posto di blocco: sfondatelo con decisione facendo attenzione a non andare troppo veloci (altrimenti vi ritroverete sulla spiaggia) e parcheggiate la macchina nel garage per marcare come completa anche questa missione.
TRIADE E TRIBOLAZIONE
Per poter fare questa missione è necessario aver completato almeno la prima di Salvatore. Toni vi dirà che per risolvere questa guerra con i cinesi è necessario ammazzare tre capo-clan, in modo da colpire la mafia orientale il più pesantemente possibile. Procuratevi una macchina della Mafia e fate salire i ragazzi che vi accompagneranno; puntate poi ai due leader della città, cercando di ucciderli il più in fretta possibile. Uno lo potete comodamente stirare, l’altro invece si trova nel quartiere dove Chunky smazzava roba (e quindi dovete appropinquarvi a piedi). Il terzo invece si trova nella fabbrica di pesce cinese e per entrarci dovete appunto munirvi di un camioncino con la lisca di pesce dipinta sul fianco, in modo che il cancello si apra. Una volta dentro radete al suolo tutti i cinesi per completareanche questa missione. Se avete delle granate però la faccenda sarà molto più semplice: andate sulla collina di fianco e tiratene una addosso al gruppo di cinesi che proteggono il capo: tutto finirà in un attimo.
PESCE ESPLOSIVO
L’ultima missione di Toni avrà ancora luogo nella fabbrica di pesce della Triade, ma stavolta la faccenda sarà più divertente. Recatevi da 8-Ball, il quale ha piazzato una bomba su un Trashmaster parcheggiato lì vicino. Il problema è che è una strumentazione molto sensibile, e quando la barra del danno sarà piena salterete in aria. Non fatevi prendere dalla foga (avete tutto il tempo che vi serve…) e conducetelo alla fabbrica di pesce. Parcheggiatelo al centro del segnale blu, azionate la bomba e smammate in fretta. Il botto dovrebbe aver spedito in cielo tutti i cinesi, ma per sicurezza salite su un camioncino e datevela a gambe. E con questo avrete terminato con Toni!
LE MISSIONI DI SALVATORE
Con Salvatore finirete i compiti “dalla parte dei Mafiosi”; anche queste sono molto carine (ottima è Bombarda la Base) e sono il mezzo per raggiungere Staunton Island.
L’AUTISTA
In questa prima missione il boss Salvatore vi chiederà di fare da autista a Maria, una tossica arrogante alla quale piazzereste volentieri una pallottola in mezzo agli occhi, senza distruggere la sua limousine. La ragazza vi chiederà di portarla da un suo amico altrettanto sballato di nome Chico, che si trova a Chinatown sulla riva del mare. Lo spacciatore informerà Maria di una festa che si sta tenendo al Molo Atlantico e voi dovrete scarrozzarla fino al party. Una volta che lei sarà entrata il molo intero pullulerà di camion e mezzi della polizia, pronti a tutto pur di impedire il proliferarsi dello Spank. Gli agenti inizialmente vi ignoreranno, ma appena quella stupida di Maria si metterà a correre verso di voi le stellette balzeranno a due, e voi dovrete correre come dei dannati fino alla villa di Salvatore inseguiti da mezza polizia della città. Parcheggiate la macchina nel garage per azzerare il livello di sospetto e terminare la missione.
TAGLIARE L’ERBA
Da tempo Salvatore sospetta che tra i suoi uomini ci sia una talpa. Il principale indiziato è Ricciolino Bob, che lavora al club di Luigi nel Distretto a luci Rosse. Il vostro compito è quello di seguirlo a distanza senza farvi notare, o la missione sarà considerata fallita. Per tenere sotto controllo il livello di paura dell’indiziato in alto a destra comparirà il “paurometro”: se la barra si riempirà al massimo dovrete ricominciare tutta la missione. Una volta arrivati al porto ci sarò un filmato in cui Bob spiattellerà i segreti di Salvatore a dei Colombiani in cambio di una dose di Spank. Investitelo violentemente con il vostro mezzo per completare questa missione.
BOMBARDA LA BASE: ATTO PRIMO
Don Salvatore vi chiederà come favore personale di distruggere la nave (vista nella missione precedente) che il Cartello Colombiano utilizza come fabbrica di Spank. Vi dirà inoltre di recarvi da 8-Ball, dato che sarà necessaria un’azione a due persone. Il vostro amico di colore vi dirà che vi può procurare tutto il necessario per 100.000$. Tornate da lui quando avrete abbastanza soldi.
BOMBARDA LA BASE: ATTO SECONDO
Quando consegnerete a 8-Ball i soldi, lui vi procurerà del plastico e un fantastico fucile di precisione. Mentre lui salirà sulla nave a piazzare l’esplosivo, voi dovrete coprirlo col fucile. Tornate al porto e cercate la posizione più comoda per vedere tutta la nave con le rispettive sentinelle n camicia hawaiana, e cioè il tetto di fronte raggiungibile dalle scale. Quando voi esploderete il primo colpo, il vostro socio salirà sulla nave; io vi consiglio per prima cosa di far fuori le sentinelle all’ingresso della nave, per poi proseguire poco per volta con quelle via via più a destra di 8-Ball. Una volta che il vostro socio avrà completato il lavoro, voi potrete assistere al filmato dell’esplosione comodamente seduti sul tetto. E’ per questo motivo che appena metterete piede a Staunton Island i colombiani vi spareranno a vista…
ULTIME RICHIESTE
Cronologicamente questa è l’ultima missione da svolgere a Portland; Salvatore vi chiederà di prendervi cura di una macchina parcheggiata vicino al club di Luigi con delle cervella spiaccicate all’interno. Quando arriverete nei pressi della Cheetah Maria vi contatterà col cercapersone, dicendovi che l’automobile è una trappola. Dato che Salvatore pensa che voi lo stiate tradendo l’unica cosa sicura da fare è quella di recarvi a Challan Point, nel tunnel che da a destra prima del Greasy Joe Café. Qui troverete Maria e Asuka, un membro della Yakuza, che vi dirà di raggiungere Staunton Island col motoscafo lì ormeggiato. Ovviamente potrete tornare a Portland quando volete, perché finalmente il ponte è stato riparato…
LE MISSIONI DI EL BURRO
I compiti di questo Diablo che ci contatterà mediante il telefono nel parchetto a Hepburn Heights non sono indispensabili per quanto riguarda lo svolgimento della trama, ma si rivelano comunque piacevoli momenti di “rilassamento” tra una guerra e l’altra.
TURISMO
La prima missione di El Burro consiste in una vera e propria gara automobilistica per la città; l’unica regola è il passaggio obbligato attraverso i vari checkpoint. Nonostante i vostri avversari siano tre Cheetah, non puntate su mezzi esclusivamente veloci, ma quelli che hanno un buon rapporto velocità-maneggevolezza-resistenza. A questo proposito il mio consiglio è di munirvi o di una macchina della polizia o di un taxi. Sicuramente vi ci vorrà più di un tentativo, perché la conoscenza del circuito è fondamentale, ma utilizzare le due vetture che ho citato prima è sicuramente un buon inizio.
IO GRIDO, TU GRIDI
L’obiettivo di questa missione è di far saltare in aria un gruppo di mafiosi attirandoli con un camioncino dei gelati. Dato che questo mezzo è uno dei più rari del gioco, fate attenzione a non distruggerlo. Recatevi nei pressi di Saint Mark, dove il GPS ne segnala la presenza; impadronitevene e recatevi al Molo Atlantico. A questo punto parcheggiate il mezzo nel segnale blu, azionate la campanellina e nascondetevi. I mafiosi appariranno subito: sbaragliateli in fretta, raccogliete le loro armi e portate il furgoncino al garage di Portland.
IL BATTESIMO DEL FUOCO
Dopo questa missione girare per Chinatown sarà davvero difficile, dato che i cinesi avranno sempre voglia di prendervi a pugni in faccia (e anche peggio…). Nascosto in un vicolo dove normalmente c’è una violenza c’è un lanciafiamme con il quale El Burro vuole che sterminiate 25 membri della Triade in due minuti, i quali fortunatamente non vi attaccheranno. La zona più fruttuosa è senza dubbio il campo di basket, dove ci sono cinesi in quantità. L’unica cosa a cui dovete fare attenzione sono i poliziotti, i quali probabilmente avranno qualcosa da ridire in merito alla faccenda…
GROSSO E ARTERIOSO
Missione decisamente difficile, nella quale dovrete con un furgoncino raccogliere le riviste che un tipo strafatto di Spank intende spacciare in giro. Come già detto è una delle missioni a tempo decisamente più ostiche e oltre all’abilità servirà anche molta fortuna. La parte finale consiste nell’eliminazione del tipo, ma basta semplicemente investirlo. Infine dovrete condurre il furgoncino con il quale avete raccolto riviste fino allo shop XXX Mags, nel Distretto a Luci Rosse.
LE MISSIONI TELEFONICHE DI MARTY CHONKS
BANCARIO
Marty Chonks ha dei problemi finanziari vuole parlare con il direttore dellabanca.Vi fornisce la macchina che si trova all'interno della fabbrica del cibo delcane,si puo' entrare anche a piedi il cancello si apre tranquillamente.Tutte leauto delle missioni successive si trovano all'angolo dietro il tir quindievitero' di ripeterlo successicamente. :-))Prendete l'auto e andate davanti la banca sulla strada principale (quella dellarapina).Caricate il direttore di banca e riportatelo dentro la fabbrica.Ci sarà un breve filmato e Marty Chonks prima farà fuori il direttore di bancae poi vi chiederà di rottamare l'auto per eliminare le prove.portate l'auto allo sfasciacarrozze e la missione è terminata.
ASSICURAZIONE
Marty Chonks ha preso accordi con dei ladri per incassare l'assicurazione,maquest'ultimi vogliono essere pagati di piu'.Prendete l'auto dentro la fabbricadel cibo per cani e andate a prenderli a cinatown.riportateli all'interno dellafabrica.breve filmato e Marty Chonks vi chiederà di verniciare l'auto.andate averniciarla e riportatela in fabbrica.
LA MOGLIE
Marty Chonks si vuole sbarazzare della moglie perchè spende troppi soldi inprodotti di bellezza.!(ah! le donne! :-))))Prendete l'auto all'interno della fabbrica e andate a prendere la moglie dalparrucchiere (seguite la mappa) e portatela nella fabbrica.Marty Chonks sisbarazzerà della moglie e vi chiederà di gettare l'auto in mare.Prendete l'autoe portatela su uno dei pontili dietro la fabbrica del pesce(la base dei cinesi)lasciatela sull'orlo. Ora rubate un auto vicino e spingete l'auto in acqua.
L'AMANTE
L'amante della moglie di Marty Chonks ( che bel giro di parole!) ha capito ilsuo gioco e vuole dei soldi per non spifferare tutto alla polizia.Marty Chonks vi chiede di andarlo a prendere per mettersi daccordo con lui,anche se ancoranon ha tutti i soldi per pagarlo.Prendete la solita auto al solito posto dentro la fabbrica ed andate a prenderel'amante.Quando rientrerete nella fabbrica con l'amante parcheggiate l'auto.Questa volta ci sarà Marty Chonks ad aspettarvi fuori.L'amante scenderàdall'auto,Marty Chonks cercherà di prendere tempo per il pagamento.L'amante a questo punto stufo di aspettare lo farà secco con un fucile!!!
STAUNTON ISLAND
LE MISSIONI DI ASUKA
Asuka è il primo contatto della mafia giapponese a cui potrete chiedere dei lavoretti; la trovate insieme a Maria nella sua villetta sul mare, vicino a dove sbarcherete per la prima volta a Staunton Island.
SAYONARA SALVATORE
La prima missione di Asuka non si può certo definire una passeggiata; come segno di massima fiducia la Yakuza vuole che uccidiate il vostro vecchio “principale” prima che riesca a raggiungere la sua villa. Fra i tanti modi possibili per terminare il compito mi limito a citarvene un paio; nel primo sarà necessario un mezzo pesante, dato che la tattica consiste nel tamponare ripetutamente la macchina del boss e magari finire il lavoro a suon di granate. Il secondo invece è un po’ più delicato: procuratevi un fucile da cecchino e piazzatevi sul tetto del palazzo di fronte al club di Luigi, dove uscirà Salvatore. Se siete abbastanza rapidi sparate direttamente al mafioso; se non ci riuscite fate esplodere un paio di colpi sul tettuccio della macchina dove si è rintanato; in questo modo solo la macchina che avete colpito, e quella con su il boss, vi aspetterà giù dalle scale per farvi la pelle, ma vedrete che con una granata la missione finirà molto presto… Da oggi i mafiosi, leggermente arrabbiati per l’accaduto, vi spareranno a vista… Appena tornerete a Staunton Island il cercapersone vi avvertirà che King Courtney è disposto ad assegnarvi dei lavoretti.
SOTTO SORVEGLIANZA
Una missione che piacerà ai cecchini accaniti; ora potete finalmente far esplodere il killer silenzioso che c’è in voi! Recatevi da Ammo Nation a comprare un bel fucile di precisione, procuratevi un robusto monovolume e andate a prendere la missione da Asuka. Avete sei minuti e mezzo per radere al suolo tre diversi gruppi di vittime predestinate, ed è quindi indispensabile agire in maniera rapida ed efficace. La prima tappa è il Parco Belleville: senza esporvi troppo sparate ai due uomini sull’isolotto, magari nascondendovi nei cespugli. La seconda vedrà i banditi a bordo di una macchina: lanciate una granata e il lavoro finirà in tre secondi. La terza è un po’ più complessa: dovete dirigervi al casino di Kenji e salire sul tetto; le persone sono sull’edificio di fronte, chiaramente indicate dalle frecce blu. Riparatevi con le ringhiere per limitare i danni ma nel frattempo riuscire ad attaccare. Terminato ciò la missione sarà completa e vi potrete recare al casinò per i lavori che vi offrirà il fratello di Asuka.
STRONCA I PAPARAZZI
Prima missione navale, abbastanza semplice se avete già abbastanza confidenza con i mezzi di mare. Lo scopo è quello di far saltare in aria dei fotografi che si sono avvicinati un po’ troppo alla villa di Asuka. Prendete la lancia della polizia, gettatevi all’inseguimento della barca segnata sul GPS e affondatela grazie alla mitragliatrice di cui è provvista la vostra imbarcazione. Se avete tempo potrete aspettare che il paparazzo scenda a terra e poi eliminarlo con calma…
GIORNO DI PAGA PER RAY
Missione a tempo abbastanza difficile, almeno fino a completo apprendimento del percorso da effettuare. Asuka vi dirà di consegnare dei soldi al socio Ray, per ingraziarlo di una precedente soffiata. Egli, come ringraziamento, vi dirà di raggiungere in poco tempo quattro telefoni, tutti molto distanti; le tappe sono nell’ordine Torrington, Belleville ovest, Liberty Campus, Belleville sud. Quando sarete giunti all’ultimo telefono il timer si fermerà e Ray vi dirà di incontrarlo nei bagni pubblici del parco. Da questo momento anche Ray avrà dei lavoretti per voi.
DOPPIA FACCIA
Asuka ha scoperto che tra loro c’è un infiltrato e vuole che siate voi a metterlo a tacere per sempre. Vi consiglio di munirvi di un camion pesante, tipo Flatbed o Caserma OL. Appena inizierete a tamponare l’auto del poliziotto le stellette balzeranno a quattro, con il conseguente arrivo di polizia da tutte le parti. Quando il veicolo di Tanner (il nome del poliziotto) sarà incendiato, lui uscirà e potrete porre fine contemporaneamente alla sua vita e alla missione. Come per magia lo stato di allerta della polizia si azzererà, e voi vi potrete vantare di aver terminato PER ORA le missioni di Asuka.
LE MISSIONI DI KENJI
Kenji è il fratello pelato di Asuka; lo potrete contattare al casinò di Torrington dove è segnalato con la lettera K. Cercate di finirle tutte, perché poi non potrete più recuperarle se non le avete fatte, in particolare dopo una certa missione in cui gli succede un “incidente”…
LA FUGA DI KANBU
Nella prima missione di Kenji dobbiamo fare in modo che il fratello di Asuka prenda fiducia nei nostri confronti; il modo per farlo lo suggerisce lui stesso: dobbiamo far evadere Kanbu, uno dei membri più importanti della “famiglia”. Per fare ciò dovremo prima di tutto procuraci una macchina della polizia, facilmente reperibile alla stazione di polizia o semplicemente girando un po’ per la città. Il passo successivo consiste nel recarsi da 8-Ball, segnato sulla mappa, per farci piazzare una bomba. Rechiamoci poi alla stazione di polizia e, grazie all’autovettura di cui siamo in possesso, facciamoci aprire il cancello posto a lato. Parcheggiamo la macchina nel segnale blu, attiviamo la bomba e allontaniamoci. La deflagrazione farà saltare in aria il muro, in modo da liberare Kanbu. Carichiamolo su una macchina con noi (troverete solo un cellulare e una macchina della polizia) e correte come disperati fino al Pay e Spray, che si trova proprio vicino a 8-Ball, in modo da far sparire le tre stellette che dopo l’esplosione compariranno improvvisamente. Dato però che sulla macchina della polizia non vengono operati interventi, trasferiamoci prima sul Blista lì parcheggiato e facciamoci comodamente verniciare la carrozzeria. Per finire la missione accompagnate Kanbu fino al Dojo segnato sulla mappa.
GRAND THEFT AUTO
Questa è una missione che risulterà decisamente familiare alle persone che hanno visto “Fuori in 60 secondi”; dovremo infatti rubare delle macchine in un tempo limite e riportarle in condizioni perfette ad un garage segnato sulla mappa. In tutto le autovetture da scippare sono tre (una Stinger, una Cheetah e una Infernus), tutte segnate sulla mappa; il mio consiglio è: portatele il più velocemente possibile al garage, anche in condizioni pietose. Lì a fianco c’è il Pay e Spray, dove potrete farle riparare (impiega solo 5 secondi) e parcheggiatele nel garage a fianco. Non esiste una tattica vera e propria, ma la vera abilità sta nel trovare percorsi alternativi che facciano guadagnare secondi preziosi.
STRONCA IL PATTO
La Yakuza non riesce ancora a scacciare i Colombiani, ma per fare ciò deve prima riuscire a interrompere il patto tra il Cartello e i Giamaicani. Per prima cosa vi serve una macchina degli Yardie, riconoscibile per la carrozzeria viola, il tettuccio oro e gli interni leopardati; la si trova molto spesso sulla strada da Fort Staunton per Torrington. Quando ce l’avete recatevi prima a prendere il vostro contatto (segnato sul GPS) e poi all’ospedale di Rockford. Parcheggiate nel cerchio blu, suonate il clacson e i Colombiani inizieranno a spararvi addosso. Inserite la retromarcia, stirate quelli alle vostre spalle e allontanatevi; tirate una granata in modo da eliminare i possibili superstiti. Per completare la missione dovrete anche distruggere le macchine dei Colombiani (in tutto due mi pare) e poi la missione sarà considerata conclusa.
SHIMA
Il nuovo compito di Kenji consiste nel raccogliere tre valigette piene di soldi che alcune persone pagano come “protezione” alla Yakuza. Le prime due sono decisamente semplici; le trovate per strada in Torrington e Bedford Point. La terza è un po’ più difficile, dato che l’uomo è appena stato derubato dai Diablo di Portland. Recatevi nella vecchia Hepburn Heights e troverete un gruppo di Diablo intento a sorvegliare la valigetta. Avete diverse possibilità: li stirate tutti, li spedite al creatore con una granata o vi appostate sulla fermata del treno e agite un po’ più delicatamente con il fucile da cecchino. Recuperate la valigetta e tornate al casinò di Kenji, precisamente nel parcheggio sul retro.
VENDETTA
A Kenji il nostro comportamento non è piaciuto granché, e ora ci considera responsabili nel far saltare l’accordo tra Colombiani e Giamaicani; il risultato è che ora la strada brulica di spacciatori di Spank, ed è questo il motivo principale dell’arrabbiatura di Kenji. Salite sulla prima macchina veloce che trovate e dirigetevi a tutta birra verso i puntini verdi. Anche se non c’è nessun cronometro, questa può essere definita una missione a tempo, dato che dopo un po’ gli spacciatori scompaiono dalla circolazione. Per completare la missione dovrete ucciderne almeno 8 (ogni extra sono 1000$ in più…), e poi tornare tranquillamente da Kenji. E con questo avrete finito anche i lavori di Kenji.
LE MISSIONI DI KING KOURTNEY
King Kourtney è uno Yardie che vi distribuisce missioni da un telefono vicino al Parco Belleville; le prime tre sono abbastanza semplici, ma la quarta è fra le più ostiche del gioco…
BLING-BLING SCRAMBLE
La prima missione di King Kourtney non è molto difficile: si tratta di una competizione automobilistica; al contrario della missione “Turismo” però la gara non sarà tra checkpoint obbligati, bensì sulla mappa ne sarà segnato solo uno alla volta: il primo che lo raggiunge guadagna il punto. In seguito ne apparirà un altro, raggiunto il quale un altro e via così. In tutto le postazioni sono 15, ma mediamente già con 6 dovreste riuscire a vincere le gara. Scegliete un mezzo abbastanza veloce (Yakuza, Infernus, Banshee) e recatevi alla partenza, proprio dietro lo stadio di Aspatria. Lì vi raggiungeranno i vostri tre avversari, un Bobcat, un Patriot e una Cheetah. Se ne avete la possibilità cercate di distruggerli (in particolare la Cheetah, che è l’avversario più pericoloso) per poi raccogliere tutti i punti con calma.
UZI RIDER
Questa è una missione vendicativa degli Yardie nei confronti dei Diablo di Portland, che da qualche tempo stanno importunando Lazy Queen. Quando avrete finito di parlare al telefono apparirà una Perennial guidata da alcuni Giamaicani, che vi diranno di guidare tranquillamente fino al parchetto di Hepburn Heigths. Qui vi diranno di sparare dal finestrino per uccidere 10 Diablo, ma se non volete attirare troppo l’attenzione della polizia potete anche semplicemente investirli. In caso contrario potete sempre raggiungere il Pay e Spray, praticamente a due passi dal parco. Fatto ciò tornate nel territorio degli Yardie per terminare la missione.
CORSA TRA GANGSTER
Una missione simile a Grand Theft Auto di Kenji, in cui dovrete rubare delle macchine stavolta senza nessun limite di tempo. Le autovetture devono essere consegnate in buone condizioni ad un garage nella zona Pay e Spray, in modo che gli Yardie la possano usare per infiltrarsi in altre bande. Le tre automobili da rubare sono una Stinger della Yakuza, una Stallion dei Diablo e una Sentinel della Mafia. Ovviamente potete anche ripiegare sulle altre versioni, cioè sulle macchine usate proprio dai componenti della gang (che avranno un nome omonimo a quella della banda). La prima non è difficile da recuperare: basta recarsi nella zona di Torrington o più semplicemente alla casa di Asuka. La Stallion si trova facilmente in giro anche a Staunton, ma se volete andare sul sicuro recatevi a Hepburn Heights dove la strada letteralmente brulica di Diablo. La terza è un pochino più difficile, dato che la Sentinel si trova comodamente solo a Shoreside Vale; il mio consiglio è di recarsi a Saint Mark di Portland, anche se da quelle parti non siete molto ben visti. Siate rapidissimi, rubatene una e correte fino al Pay e Spray per ripararla dopo i numerosi colpi che i mafiosi vi hanno inflitto, per poi portarla nel garage di Staunton Island e poter dire di aver terminato la missione.
VENGA IL TUO REGNO
E’ l’ultima missione per King Kourtney, decisamente difficile. Appena terminata la telefonata avrete poco più di un minuto per raggiungere il garage dove avete rubato la Stinger nella missione Grand Theft Auto. Lì potrete salire sul mezzo indicato dalla freccia blu; a quel punto partirà un filmato in cui leggerete un biglietto che termina con “Muori cane bastardo, muri!”. Non è un biglietto d’auguri, e infatti le strade per uscire dal garage verranno ostruite da furgoni dai quali scenderanno tipi strafatti di Spank che si faranno esplodere. Cercate di uscire subito da un lato del parcheggio aiutandovi con delle granate, per poi salire su delle scale vicino all’entrata del parcheggio sotterraneo; in questo modo raggiungerete una zona sopraelevata (dove c’è anche un pacchetto segreto) che vi permetterà di distruggere i furgoni con comodo, dato che i pazzi continueranno a uscire all’infinito. Un’ultima cosa: se avete il lanciarazzi USATELO, vi permetterà di vivere più a lungo. E con questo avrete terminato anche le missioni di King Kourtney.
LE MISSIONI DI RAY
Ray è un poliziotto corrotto che vi contatterà di persona nei bagni pubblici del parco Belleville; le sue sono missioni molto varie e fra le più divertenti dell’intero gioco.
FAI TACERE L’UCCELLINO
Un tizio ha cantato agli sbirri e a Ray la cosa non è andata molto a genio. Per questo egli vi commissionerà l’omicidio di quest’uomo, di nome McAffrey, che si dividerà in due fasi principali. Nella prima dovrete buttargli una bomba in casa (allineandovi come nell’immagine), nella seconda ci sarà invece l’eliminazione vera e propria, e quindi la conseguente apparizione di tonnellate di polizia a sua protezione. La tattica migliore consiste nel bloccare le due vie d’uscita del quartiere con mezzi grossi e pesanti (Flatbed, Trashmaster, ecc.) e di lasciarvi un piccolo spazio per una fuga a piedi. Tirategli la granata nell’appartamento e scappate usando lo spazio prima descritto. McAffrey uscirà a bordo di un Blista, seguito da molte auto della polizia apparse improvvisamente dai garage. Dato che in questo modo non avrà vie d’uscita, voi dovete semplicemente tirare quintali di bombe nel cortile e sperare di centrarlo (cosa che prima o poi succederà sicuramente). Fatto ciò lo stato di allerta della polizia rientrerà e la missione sarà completa.
A CORTO D’ARMI
Phil, un amico di Ray, ha un negozio d’armi a Rockford e visti i recenti sviluppi teme che possa essere obiettivo da parte di assalti del Cartello. La soluzione più comoda consiste nel munirsi del Caserma OL presente nel cortile e aspettare l’arrivo dei Colombiani a bordo del mezzo. Quando saranno arrivati investiteli alla grandissima, senza preoccuparvi delle esplosioni, dato che la corazza del camion dovrebbe tenervi al sicuro. Quando anche l’ultimo colombiano sarà a terra terminerete la missione, e da ora in poi potrete comprare qui armi pesanti come M16 e lanciarazzi (a prezzi non proprio modici a dir la verità!).
ELIMINA LE PROVE
Missione molto divertente; un importante uomo d’affari è minacciato a causa di alcune foto diciamo “private” che rischiano di essere diffuse in giro. Il vostro compito è quello di tamponare ripetutamente il veicolo che le trasporta fino a fargliele cadere tutte, e poi procedere alla raccolta. Cercatevi una macchina abbastanza resistente oltre che veloce, dato che come al solito la polizia si metterà di mezzo… A missione compiuta le stellette si azzereranno e un nuovo datore di lavoro, Donald Love, apparirà sulla mappa.
FUORI A PESCARE
Un’altra missione peschereccia vi attende; Ray vuole sistemare i conti con un socio che pensa lo stia tradendo, e come al solito la parte “pratica” toccherà a voi. Andate a recuperare la lancia della polizia, proprio sotto la casa di Asuka. Dirigetevi al punto segnato sulla mappa e scoprirete il “pescatore”intento nel suo barbaro lavoro. Con la vostra barca non avrete problemi a inseguire la barca e sparargli contro; l’unica cosa a cui dovrete prestare attenzione sono le bombe che il pescatore lascerà cadere dalla sua imbarcazione di tanto in tanto. Quando finalmente sarà colato a picco la missione sarà terminata. Se inoltre provate a salire sulla barca esplosa scoprirete che questa è ancora utilizzabile, e fa parte dei mezzi più rari del gioco: il suo nome è Ghost Missing.
STRONCA L’INFILTRATO
Il vostro lavoretto a base di granate non è bastato a distruggere quel maledetto pentito di McAffrey ed è per questo che Ray vuole che finiate il lavoro una volta per tutte. Procuratevi un camion pesante e resistente come il Caserma OL, reperibile al magazzino di Phil. Quindi gettatevi all’inseguimento dell’ambulanza che trasporta McAffrey; cercate di ribaltarla e poi investite ripetutamente l’uomo imbottito nel gesso per procurargli del danno. Se questo non dovesse bastare scendete e tirategli qualche granata, senza preoccuparvi della polizia che sicuramente vi starà rompendo le balle da un pezzo. Quando sarà definitivamente morto raggiungete il Pay e Spray per annullare le stellette e terminare il set di missioni di Ray.
LE MISSIONI DI DONALD LOVE
Donald Love è il miliardario che avete aiutato in una delle missioni di Ray. Le sue missioni sono essenziali per sbloccare Shoreside Vale; lo trovate nel suo grattacielo a Newport.
LIBERATORE
La prima missione di Donald consiste nel salvataggio di un anziano orientale che i Colombiani tengono rinchiuso in un garage, preoccupandovi anche di far fuori tutti i membri del Cartello. Per accedere alla zona dovrete procurarvi una macchina dei Colombiani, reperibile a Fort Staunton per le strade o nel cantiere. Quando ce l’avrete tornate alla zona del garage incriminato e accostatevi al cancello per farlo aprire. A questo punto parcheggiate il mezzo contro l’estremità sinistra del cancello, in modo che non si possa più chiudere; tornate in strada e procuratevi un mezzo molto robusto, dopodiché entrate e cercate di stirare quanti più Colombiani possibile. Quando la zona sarà sgombra scendete dal mezzo per fare aprire i garage. Occhio perché alcuni saranno farciti di mafiosi colombiani, pronti a farvi la pellaccia! Una volta liberato il vecchietto procuratevi una macchina qualsiasi (ci dovrebbe essere una Cartel lì intorno) e riportatelo da Love per finire la missione.
SPAZZA VIA WAKA-GASHIRA
In questa missione c’è il motivo per cui prima vi ho consigliato di finire tutte le missione di Kenji il prima possibile; Donald vi commissionerà infatti l’omicidio del fratello di Asuka, ma questo dovrà essere fatto con un’auto del Cartello, in modo da scatenare una guerra tra Giapponesi e Colombiani. Per prima cosa dovrete dunque recuperare una Cartel (come spiegato nella missione Liberatore) e poi recarvi al parcheggio multilivello dove Kenji e la Yakuza vi stanno aspettando. Quando sarete saliti sul tetto un piccolo intermezzo vi farà vedere la sistemazione delle persone; si vedrà anche una piccola rampa in alto a destra, che rappresenta la via di fuga più rapida. Un accorgimento: non scendete mai dalla macchina o la missione sarà considerata fallita. Grazie alla freccia blu non dovreste aver problemi a distinguere Kenji dal resto del gruppo, perciò prendete bene la mira e spiaccicatelo a terra. Quindi usate la rampa per raggiungere rapidamente la strada; intanto le stellette di polizia saranno salite a tre, con tanto di arrivo di elicotteri. Per terminare la missione abbandonate Newport e la macchina (evitate di andare al Pay e Spray, non serve a nulla). Fatto ciò lo stato di allerta si azzererà e potrete andare a salvare in tutta tranquillità…
UNA GOCCIA NELL’OCEANO
Dopo questa missione potrete anche visitare Shoreside Vale, e si tratta quindi di un passaggio obbligato per portare a termine il gioco. Donald vi dirà che un piccolo aeroplano sorvolerà il mare intorno a Staunton Island e lascerà cadere sei pacchetti, che voi dovrete riportargli. Raggiungete il più velocemente possibile il molo sotto la villa di Asuka e impossessatevi di una lancia della polizia. Attenzione a non perdere di vista i pacchetti, perché se la polizia dovesse raccoglierne anche uno soltanto la missione avrà termine; inoltre questi non saranno segnalati sul GPS e se per caso avete la sfortunati imbattervi in una giornata nebbiosa allora le cose si metteranno davvero male. Il problema principale riguarda, guarda caso, la polizia, dato che a ogni pacchetto raccolto il grado di sospetto salirà di una stelletta, fino ad arrivare a cinque con conseguente arrivo dell’FBI. Quando li avrete raccolti tutti tornate velocemente sotto la casa di Asuka, prendete la Stinger lì parcheggiata e schizzate come folgori al Pay e Spray, nella strada subito a destra dopo la salita. Ora potrete riconsegnare tranquillamente i pacchetti a Donald; fatto ciò la missione sarà conclusa e tornando in macchina sentirete alla radio un messaggio che annuncia che gli ingegneri sono riusciti a riparare il ponte per Shoreside Vale….
SHORESIDE VALE
LE MISSIONI DI DONALD LOVE
Le missioni qui descritte saranno svolte in ordine cronologico rispetto alle precedenti, e quindi dopo “Una Goccia nell’Oceano”. Per ottenerle recatevi sempre al grattacielo di Love.
GRAND THEFT AERO
Il pacco che interessava davvero a Donald non era tra quelli fatti cadere dal piccolo aereo nel mare, ma si trovano tuttora in un velivolo nell’aeroporto di Shoreside Vale. Dirigetevi all’hangar dove è parcheggiato il mezzo in questione, ma ad attendervi troverete tanti simpatici Colombiani. Fateli fuori rapidamente e salite sull’aereo, il tutto per scoprire che il pacco non c’è! Esaminate allora il furgone lì vicino: è del tipo di quelli che si vedono molto spesso a Fort Staunton. Recatevi nel cantiere Colombiano e, facendo attenzione ai numerosi mafiosi presenti nella zona, entrate nell’area recintata e salite sull’ascensore; ora partirà un piccolo filmato, in cui si vede Catalina che colpisce a tradimento Miguel vedendovi arrivare e scappa. Subito dopo Asuka è una grossa parte della Yakuza irrompono nel quartiere, sterminando anche i pochi Colombiani rimasti. Da questo momento in poi Asuka avrà ancora delle commissioni per voi…
SERVIZIO DI SCORTA
Il titolo per questa missione non poteva essere più azzeccato: il vostro compito è quello di scortare un Securicar che partirà dal grattacielo di Donald e che, mediante il tunnel Porter, raggiungerà Pike Creek a Shoreside Vale. Per fare in modo che la barra del danno non si riempia dovrete difenderlo dai ripetuti attacchi dei Colombiani, a piedi e in macchina. Procuratevi un grosso e pesante camion (io ho optato per un Caserma OL) e iniziate la missione. Cercate di fare da scudo quando le Cartel inizieranno ad attaccarlo, mentre nella seconda parte dovrete riuscire più che altro a stirare in fretta i mafiosi a piedi, dato che se spareranno la barra aumenterà vistosamente. Non si tratta di una missione molto difficile, ma seguendo questi piccoli accorgimenti risulterà ancora più semplice da completare.
TRANELLO
Ora che il furgoncino è giunto a destinazione ed ha scaricato il suo carico, bisogna trovare il modo di allontanare la polizia dal magazzino. Salite sul mezzo indicato dalla freccia e dirigetevi il più lontano possibile dalla zona di partenza, facendo attenzione ai quintali di polizia che cercheranno in tutti i modi di far riempire la barra del danno del vostro veicolo completamente. Dico quintali perché nel momento in cui salirete sul Securicar le stellette balzeranno a 6, senza arrivo di carri armati o FBI, però con tanti Caserma OL, cellulari e macchine di polizia. Trascorsi tre minuti circa lo stato di allerta si azzererà e la missione sarà considerata conclusa. Se volete un consiglio cercate di stare più tempo possibile sul ponte mobile, vi garantirà la perdita di tempo di secondi preziosi, senza contare che lì soprasarete al sicuro.
LA SCOMPARSA DI LOVE
Non è una missione vera e propria, perché consiste esclusivamente in un breve filmato. Quando entrerete nel palazzo di Love troverete il tanto agognato pacchetto aperto e nessuna traccia di Love. Tutto ciò fa pensare che forse non potrete più avere lavori da svolgere per lui…
LE MISSIONI DI RAY
Dopo aver sbloccato Shoreside Vale Ray avrà ancora una commissione da affidarvi, prima di sparire definitivamente… Lo trovate come sempre ai bagni pubblici del Parco Belleville.
RICERCATO
Ray sospetta di essere stato scoperto, e per questo vuole che voi lo scarrozzate velocemente all’aeroporto, in modo da non fargli perdere l’aereo. Il problema principale riguarda il fatto che il Ponte Challan è stato sbarrato dall’FBI, e voi dovrete trovare un percorso alternativo. Il percorso in questione è la metropolitana che collega Staunton Island a Shoreside Vale, e vi potrete accedere dalla stazione vicino all’area del palazzo di Donald Love. Se siete buoni guidatori questo non dovrebbe costituire una difficoltà, ma nel caso non riusciste perché il tempo non sembra sufficiente allora un’altra soluzione c’è: passare per il Ponte Challan. E’ indispensabile avere un fucile da cecchino e agire in questo modo: con una macchina arrivate a circa 30 metri dal primo posto di blocco, scendete e fate fuori i 4 membri dell’FBI presenti sul ponte. Arrivate circa fino a metà e ripetete l’operazione con gli altri due. Il tempo stringe, perciò è meglio accelerare le cose: prendete la prima macchina che vi passa accanto, rubatela e superate il più velocemente possibile il terzo posto di blocco. Sicuramente la macchina si incendierà, perciò scendete rapidamente e rubatene un’altra, in modo da poter accompagnare Ray all’aeroporto. Vi dirà di recarvi al suo rifugio segreto; passate per la metropolitana stavolta (non ci sono limiti di tempo, tranquilli) e recatevi al garage segnato sul GPS. Qui troverete un sacco d’armi e un Patriot. Con il cercapersone Ray vi contatterà, dicendovi di prendervi cura del suo Patriot antiproiettile, dato che lui se la spasserà per un bel po’ a Miami!
LE MISSIONI DI D-ICE
D-Ice è un Hoods appartenente alla banda dei Red Jack. Vi contatterà tramite un telefono pubblico vicino al vostro rifugio a Shoreside Vale.
SOLDI E UZI
La prima missione di D-Ice non è molto difficile: avrete due minuti di tempo per far fuori una ventina di Nine, riconoscibili per la tipica casacca viola. L’unica regola è che valgono solo le uccisione fatte in macchina con l’uzi. Occhio però perché i Red Jack penseranno che vogliate far fuori anche loro, quindi probabilmente vi spareranno; tenete d’occhio anche i mezzi degli Hoods, perché appena sentiranno uno sparo vi si precipiteranno addosso e sono decisamente aggressivi se vogliono. Quando anche l’ultimo Nine sarà steso al suolo la missione sarà completa e potrete seminare tranquillamente polizia e camioncini degli Hoods che vi stanno dando da un po’ la caccia.
STERMINATOR
Questa è una missione in pieno stile Toyz, in cui dovrete infatti far saltare in aria tre Securicar segnati sulla mappa. L’unica difficoltà riguarda il fatto che disporrete solo di 5 maggiolini, quindi potrete permettervi di sbagliare al massimo due volte. Lo spreco più comune riguarda il fatto che se finite sotto altre macchine la macchinina esploderà automaticamente, stesso dicasi se vi allontanerete troppo dal vostro mezzo di partenza; non abbiate fretta, avete tutto il tempo che vi serve, dato che non c’è nessun cronometro attivo. Quando anche l’ultimo blindato sarà esploso la missione sarà considerata completa.
PRONTO A ESPLODERE
Una persona particolarmente simpatica a D-Ice gli ha messo una bomba a orologeria nella macchina. Come se non bastasse il dispositivo è molto sensibile, e basteranno pochi scossoni per far saltare in aria il mezzo. Avete sei minuti per portare la Infernus fino ad un garage a Saint Mark. Secondo me il percorso migliore è questo: usate il Ponte Challan tranquillamente fino a Staunton, poi usate l’altro ponte per raggiungere Portland. Quindi usate la strada che passa davanti alla stazione di polizia per arrivare a Saint Mark e raggiungere velocemente il garage, proprio davanti alla villa di Salvatore. Non preoccupatevi delle bande rivali che solitamente vi sparano a vista, perché in questa missione vi ignoreranno. Fatto ciò dovrete riportare l’auto in perfette condizioni fino al punto dove l’avete presa per la prima volta, impresa che effettivamente mi ha dato qualche problema, dato che quando guido un’Infernus mi viene una voglia matta di accelerare come un dannato, ma voi non seguite il mio esempio… Parcheggiate l’auto nel cerchio blu per terminare la missione.
CORSA AL LINGOTTO
Un aereo federale si è schiantato a Shoreside ed ha perso tutto il suo carico di lingotti di platino in mezzo alla strada. Procuratevi un mezzo e dirigetevi verso il luogo dell’impatto, dove troverete dei cosi illuminati per strada. Quelli sono i lingotti, e per terminare la missione dovrete raccoglierne almeno 30 e portarli al garage. Dato però che il platino è molto pesante, serviranno più di un viaggio per portare tutto il malloppo al garage indicato sulla mappa. Vi consiglio di non portarne più di 10 alla volta, dato che poi attirerete l’attenzione della polizia e la macchina diventerà inguidabile. Non c’è nessun extra per eventuali raccolti in più, quindi evitate di portarne più del dovuto al garage. Un’ultima cosa: cambiate spesso mezzo dato che non è difficile che s’incendi!
RISSA
Ultima missione per D-Ice, nella quale ci sarà una vera e propria rissa! Ice dice di non potervi accompagnare e di darvi una mano, dato che è in carcere, ma potete sempre contare sull’appoggio di suo fratello. Prendete un mezzo e dirigetevi al vostro covo, dove troverete il fratello di Ice ad aspettarvi con una mazza da baseball. Se non ce l’avete (cosa molto improbabile) prendetela nei paraggi e recatevi al punto d’incontro segnato sul GPS. Qui troverete tantissimi Nine pronti a farvi la pelle a suon di mazzate. Per vincere rapidamente l’incontro cliccate come matti col mouse per stendere tutte le persone che vi si getteranno contro; se il vostro “socio” muore non preoccupatevi, non influirà sulla missione. Quando anche l’ultimo Nine sarà in una pozza di sangue avrete terminato tutte le missioni di D-Ice
LE MISSIONI DI ASUKA
Queste sono le missioni di Asuka disponibili solo dopo aver sbloccato Shoreside Vale; troverete la vostra amica nel cantiere edile a Fort Staunton.
ESCA
In questa missione la Yakuza ce l’ha (stranamente) ancora a morte coi Colombiani ed è per questo che vuole che le tre “squadre di morte” che Catalina vi ha messo alle costole saltino per aria. Lei però vuole anche che vengano annientate in un posto ben preciso, dove la Yakuza ha organizzato una trappola in piena regola. Attirate le tre squadre nel posto stabilito e magari date anche una mano ai giapponesi per terminare prima il lavoro. Tenete presente che se le eliminerete in un altro posto fallirete la missione.
ESPRESSO E VIA!
Missione a tempo non semplicissima, che richiederà quasi certamente più di un tentativo. Il vostro compito è quello di distruggere nove banchetti sparsi per Liberty City che il Cartello usa per spacciare lo Spank. Attenzione però, perché dopo aver distrutto il primo avrete solo poco meno di otto minuti per distruggere anche gli altri. Il mio consiglio è il seguente: procuratevi (se disponibile) un bel lanciarazzi da Phil o delle granate da Ammo Nation, poi visitate le tre isole alla ricerca dei banchetti (non segnati sulla mappa); in tutto ce ne sono due a Shoreside Vale, cinque a Staunton Island e altri due a Portland. Iniziate da quello più lontano di Shoreside e il timer partirà. A questo punto cercate di seguire il percorso che ho fatto io, e che alla fine mi è sembrato il più vantaggioso. Dopo aver distrutto il primo fate saltare quello dell’aeroporto, poi andate a Staunton con il ponte e distruggete prima quello di Belleville e poi gli altri (sono tutti a Newport, piuttosto vicini). Per completare l’opera andate a Portland usando il Ponte Challan e distruggete quello davanti al Porto. Rubate una nuova macchina e correte fino a Saint Mark, davanti alla villa di Salvatore. E’ meglio munirsi di una nuova macchina perché in quella zona i mafiosi vi spareranno a vista. Quando avete distrutto anche l’ultimo il timer si fermerà e riceverete come premio 40.000$!
S.A.M.
Asuka vuole che voi recuperiate il carico di un piccolo aeroplano che atterrerà all’aeroporto di Shoreside. Prendete la Yakuza e recatevi in fretta al molo a Bedford Point, dove troverete ormeggiata una barca ed un lanciamissili. Dirigete l’imbarcazione fino alla boa di segnalazione, poi sbarcate e, facendo attenzione ai Colombiani presenti nella zona, mettevi sulla pista di atterraggio, lanciarazzi in pugno. Negli ultimi 10 secondi apparirà il piccolo aeroplano, ma appena verrà colpito da un missile le stellette balzeranno a quattro. Se siete riusciti a impedire che la Cartel lì parcheggiata se ne andasse, recuperate il carico e dirigetevi a Staunton Island passando per il ponte. Altrimenti ritornate indietro con la barca e procuratevi una vettura. Prima di passare al cantiere fate una visita a Pay e Spray, giusto per essere più tranquilli. Raggiungete il segnale blu e partirà un filmato; al suo termine la missione sarà considerata completa.
RISCATTO
Nel filmato accennato precedentemente si legge un biglietto di Catalana, che “gentilmente” vi informa di aver rapito Maria e di averla in ostaggio. Non si può parlare di missione, perché dopo il filmato dovrete recarvi alla C segnata sul GPS a Shoreside per iniziarla. Così però avete tutto il tempo per procurarvi i 500.000$ richiesti.
LO SCAMBIO
Come già detto nella missione precedente Catalina ha portato nella sua villa a Cedar Grove Maria. Evitate di riempirvi di armi, non servirà a niente, ma perché l’incontro ci sia dovrete disporre di 500.000$. Andate fino al punto d’incontro, ma come prevedibile Catalina si comporterà da carogna. Cercate di uccidere velocemente tutti i Colombiani lì presenti (cinque in tutto) e salite sulla collinetta dietro al garage; un filmato vi illustrerà la fuga di Catalina, e vi verrà detto di inseguire l’elicottero per incontrare Catalina e Maria. Prendete il Cartel lì parcheggiato e raggiungete la parte inferiore della diga. Un posto di blocco subito all’entrata vi indicherà che le cose non sono per niente facili e come se non bastasse anche il cronometro (soprattutto le prime volte) vi sembrerà insufficiente. Uccidete i primi due colombiani, recuperate il fucile di precisione nello spazio erboso e uccidete le sentinelle appostate in alto con un bel headshot. Superate anche il primo posto di blocco a suon di AK-47, prima di aver disponibile anche il terrificante M16. Proseguite a piedi fino a quando non ci sarà il filmato, che vi illustrerà che Catalina vi vuole spedire personalmente all’altro mondo usando l’elicottero, che presto renderà invivibile la zona, a causa delle continue esplosioni. Salite sulla scaletta e uccidete anche le altre guardie (fate attenzione a quella col lanciafiamme) e andate da Maria per terminare la missione. Se avete buona mira potete anche tentare di abbattere l’elicottero col lanciarazzi lì disponibile, ma non è indispensabile. Quando vi avvicinerete a Maria partirà il filmato finale, ma dopo ciò potrete ancora scorrazzare per le strade di Liberty City, e magari vantarvi coi passanti di aver finito il gioco!
community
statistiche
67 users online
6671 mods
seguici
info
random partner
sponsor
GTANetwork.it © is a Rockstar Games Webring Official Fansite. All images and files are properties of their respective owners.
Content Management Powered by CuteNews. Icons by FastIcon.com.CSS 2.1 validated. Best viewed at 1024x768 or higher resolution.